Danze & Balli

Alberto Colombo, ovvero il Tango in Italia

Alberto Colombo comincia ad interessarsi al tango nel 1993, parallelamente allo studio del teatro danza con Silvia Vladimivsky Nel 1996 realizza il primo dei molti viaggi che farà a Buenos Aires.
In uno di questi soggiorni viene invitato a partecipare ad un gruppo di studio formato da Gustavo Naveira, Fabian Salas e Chicho Frumboli, con il fine di approfondire la ricerca di nuove dinamiche nell’improvvisazione.
Nello stesso periodo conosce Teresa Cuña, con la quale realizza una serie di lavori in Europa. Questo incontro risulta decisivo per Alberto, permettendogli di arricchire molto il proprio ballo.

Negli anni successivi lavora con differenti ballerine, Moira Castellano, Cecilia Gonzalez e Claudia Jakobsen. A partire dal 2001 balla con Alessandra Rizzotti, con la quale lavorerà per 8 anni, sia nei festival che nei teatri , e diventando sempre di più, un riferimento importante in Italia.

Nel 1994 inaugura la prima Milonga a Milano (Italia), tutt’ora esistente, e oramai ricca di storia e di tango, che ha visto passare i più importanti ballerini e dj, e nella quale si sono formate diverse generazioni di appassionati tangheri.
Dal 1999 al 2004 fa parte della compagnia francese Quat’Zarts, nello spettacolo Valser, realizzando spettacoli nei più importanti teatri europei.
Dal 2009 comincia il proprio sodalizio artistico con Mariela Sametband e , per quattro anni , lavora nei principali festival Internazionali, compresi i festival di Buenos Aires, dove si reca sempre più spesso, per ballare, esibirsi ed insegnare.
In questi 20 anni di lavoro ha ballato in innumerevoli festival in tutto il mondo, insegnato , lavorato con ballerine e artiste di grande spessore, che gli hanno consentito di affinare sia l’insegnamento che il ballo, anche perché non ha mai smesso di studiare , e di confrontarsi con gli artisti più importanti di questa meravigliosa danza.
Parla, e può quindi insegnare in Spagnolo, Francese , Inglese e , ovviamente in Italiano